Sapori d’autunno in Liguria

Sapori d’autunno in Liguria

Pensate che l’autunno sia grigio, spoglio e francamente un po’ triste? Niente affatto! In Liguria possiamo apprezzare i colori caldi del paesaggio e gustare i prodotti che la natura regala. In questo periodo maturano gli agrumi, si colgono gli ultimi cachi, ancora qualche zucca, i kiwi, mentre la raccolta e la spremitura delle olive è perlopiù terminata. A Villa Paggi il ritmo rallenta e noi dedichiamo più tempo ad attività domestiche come preparare marmellate e confetture, imbottigliare l’olio nuovo e, perché no, sperimentare ricette da proporre ai nostri ospiti.

 

Tra le marmellate non mancano quelle di agrumi, che i nostri alberi producono in quantità. Arancio, limone, pompelmo e mandarino, appartenenti al genere Citrus, kumquat o mandarino cinese al genere Fortunella, danno allegria al giardino in ogni stagione con il lucido fogliame verde scuro, i fiori delicati e profumatissimi, le zàgare, e in inverno regalano frutti ricchi di vitamine per una sana alimentazione.

Anche i cachi (albero della famiglia delle Ebenacee proveniente dall’Asia) con le foglie gialle e rosso-arancio rallegrano le giornate autunnali e ci hanno donato un ricco raccolto di frutti. Preziosi per il contenuto di betacarotene e minerali, ottimi per l’alimentazione degli sportivi, molto diffusi in Liguria, al Bed and Breakfast Villa Paggi li utilizziamo per la preparazione di gustosi dessert e confetture, da soli o associati con altri frutti.

 

La scorsa primavera abbiamo seminato alcune varietà di zucca e in autunno raccolto belle zucche di varie dimensioni e colore. Questo frutto della pianta delle Cucurbitacee, apprezzato per le proprietà antinfiammatorie, è molto digeribile, povero di calorie ma ricco di fibre, sali minerali, carotene, vitamina C e B1.

Dunque ci divertiamo a sperimentare in cucina! Nuove ricette che non riveliamo in anticipo sono in arrivo per chi sceglierà la Liguria come meta delle prossime vacanze estive e ci verrà a trovare al nostro B&B a partire dalla prossima primavera. Per ora un piccolo assaggio, che vi invitiamo a provare: se vi piacciono le famose linguine al pesto genovese, sostituite l’aglio con alcuni spicchi di arance e limoni e…buon appetito!

Share